> torna alla home page <
mercoledì 20 marzo 2019  
 Informazione
 Informazione
 Tutte le notizie
 Sport
 Previsioni meteo
 Editoriali
 Speciali
 Il Settimanale
 Agenda
 Appuntamenti del mese
 Cultura, spettacoli, cinema
 Fiere, mostre, esposizioni
 Sagre e festività
 Locali e ristoranti
 Rete Civica
 Paesi
 Scuola e formazione
 Informagiovani
 Musei e biblioteche
 Gruppi musicali
 Trasporti e viabilità
 Turismo
 Itinerari in pianura
 Itinerari sui colli
 Prodotti tipici
 Pro loco
 Cartoline
 Extra
 L'angolo dei ricordi
 Poesia e racconti
 Community
 Forum
 Chat
 Annunci Gratuiti
 Newsletter
 
 News



Il teatro spagnolo arriva a Legnago con i Dramaten

Uno sole sbiadito a malapena scaldava l’aria, sferzata da folate di vento gelido. Le foglie secche scivolavano ondeggiando dagli alti tigli lungo il viale, le voci uscivano confuse dalle mura spesse del liceo. Era l’autunno del ’98. Di autunni ne sono passati cinque, cinque candeline da spegnere sulla torta della compagnia teatrale “Dramaten”, partita come gruppo di studenti del liceo legnaghese “Cotta”, che tra mille difficoltà decise di tentare la strada dell’autonomia, di staccarsi dal gruppo del liceo per provare a fare qualcosa da soli, e approdata al teatro Salus di Legnago. Con due commedie di Moliére, una di Goldoni e numerosi spettacoli dedicati all’attualità e alla cultura sulle spalle, i dieci giovani attori ci stanno per riprovare. Il 29 Novembre prossimo andrà in scena il nuovo lavoro, “Il Teatrino delle Meraviglie”. Uno spettacolo nuovo, che quasi come uno scrigno, racchiude al suo interno tre diversi testi di tre differenti autori, esponenti di uno dei teatri più affascinanti che esistano: quello della tradizione spagnola. « Per trasmettere allo spettatore l’atmosfera, lo spirito che innerva così profondamente tutta quella letteratura e quel teatro – spiega Nicola Pavanello, giovane regista della compagnia - abbiamo scelto due scatenati atti comici del ‘600 di Cervantes e Moreto e un gioiello poetico di Garcia Lorca, rappresentato per la prima volta nel 1931 ». Un filo conduttore sotterraneo, che a volte affiora e altre volte sembra svanire del tutto, collega i tre atti, conducendoli per tre vie differenti alla medesima conclusione. « In ciascuno dei tre atti emerge prepotentemente la forza creatrice, illusiva ma anche trasformatrice del Teatro – racconta ancora Pavanello, mentre sfoglia le pagine del copione, coperte di appunti e di intricati disegni - una forza che si serve dell’illusione per modificare la realtà, perché il teatro è dire la verità attraverso una bugia ». Questa è comunque solo la visione poetica che fa da sfondo ad un vortice di altri temi che si mescolano tra loro, dalla irrisione dei pregiudizi e degli odi razziali portata avanti da Cervantes, alla visione di Lorca del potere, agli sberleffi di Moreto. Non resta che ribadire l’invito alla prima, Sabato 29 Novembre, alle ore 21.00 presso il teatro Salus di Legnago, per « permettere al pubblico di ammirare e giudicare questo nostro tentativo di allontanarci dai nostri soliti autori, e il nostro lavoro di mesi passati tra testi, battute che non si riescono a ricordare, costumi, scenografie e prove – conclude Pavanello – un lavoro che speriamo possa essere apprezzato dal pubblico, anche grazie all’impegno che gli abbiamo dedicato ». Per informazioni: www.dramaten.shows.it

  :: Link collegati

Nessun link disponibile.



Il Punto Web | email: redazione@ilpuntoweb.it | telefono: 0442/642439

©IlPuntoWeb -  E' vietata la riproduzione anche parziale del modello grafico e dei contenuti del portale. Per informazioni sulla tutela dei dati personali, clicca qui.
La redazione de Il Punto Web non è responsabile del contenuto dei siti recensiti e/o collegati al portale.